…come un filo d’erba

Mi piacciono i prati! Soprattutto quando sono grandi. Mi piace vedere il loro colore verde, le sfumature cromatiche che assumono, il profumo dei campi, il suono del vento leggero che accarezza il manto erboso, la frescura che si sente sulla pelle quando ci si sdraia sopra o si passa la mano.Mi piacciono i prati di montagna in estate, colorati dalle ombre delle piante e delle nuvole isolate in una giornata soleggiata. Mi piacciono i freschi prati baciati dal sole in una calda giornata estiva.

I prati mi piacciono perché c’è l’erba, e l’erba è composta dai fili d’erba, i quali hanno la caratteristica di essere flessibili e resistenti. Quando il tempo è brutto, magari c’è un temporale con forti venti, il filo d’erba non oppone alcuna resistenza. Lascia che il vento lo sferzi in tutte le direzioni che vuole. Ma lui, il filo d’erba, non si muoverà. E’ ben radicato al suolo. Il vento potrà anche aumentare. Ma lui non si muoverà. Il temporale potrà anche intensificarsi, la pioggia scendere battente. Ma lui non si muoverà.

Tanto, il filo d’erba sa che il vento cesserà prima o poi, sa che il temporale passerà. Il filo d’erba è saggio e forte. Conosce i cicli della vita. E’ consapevole che ci sono giornate di sole e giornate di vento e pioggia. Il suo segreto è sapere che di fronte alle avversità della vita a volte non si può far altro che credere in se stessi e in ciò che si è, ed aspettare che il brutto tempo passi.

Il filo d’erba non può fermare il vento. Il filo d’erba non può far spiovere. Lui è lì, fermo in quel punto. Lui sfrutta la chimica per vivere. Non fa altro. Ma può contare sulla sua incredibile flessibilità e la sua formidabile radicatura. Finché saprà flettersi agli elementi rimanendo ben saldo al suolo nulla lo potrà preoccupare.

Non importa quanto saranno forti le tempeste, non importa se il vento soffierà fortissimo. Lui saprà aspettare e resistere. La sua forza è racchiusa nella sua capacità di essere umile, di sapere che in queste occasioni è saggio non opporre resistenza. Tanto poi il brutto tempo passerà e lui sarà ancora lì, tornando ad essere prato baciato dal sole…

Quando la vita “non ti viene come vuoi”, quando le avversità sono troppe, sii umile come il filo d’erba, sii radicato nei tuoi valori e nelle tue convinzioni più profonde. Per sopportare i pesi che la vita a volte ci propone, soprattutto quando sono molto pesanti, sii umile verso il mondo e verso te stesso e ritroverai in te stesso una forza maestosa con cui sopportare qualunque peso e affrontando con coraggio anche le tempeste più forti, come fa il filo d’erba.

Nessun commento ancora

Lascia un commento