..le cose cambiano…

Nella mia vita mi sono capitati periodi belli e periodi brutti e ogniqualvolta vivevo queste fasi, speravo durassero per sempre o speravo finissero presto. Il rapporto che avevo era basato solo sul qui e ora. Il che di principio non è sbagliato. Tuttavia poteva accadere che vivessi i periodi belli con l’illusione che non sarebbero mai terminati o vivevo i periodi brutti pensando che nulla sarebbe mai più cambiato.

Vi voglio raccontare quest’altra storia, che meglio di molte parole, riesce a far riflettere sul rapporto migliore da tenere nei confronti degli eventi che ci capitano.

“Un derviscio sufi che aveva viaggiato per molti anni attraverso il deserto, finalmente raggiunse un’oasi di civiltà, un villaggio chiamato Colline Sabbiose. Mentre era alla ricerca di un alloggio, si diresse verso la fattoria del ricco Shakir, il cui nome significa, colui che ringrazia il Signore costantemente. Le ricchezze di Shakir superavano anche quelle del suo vicino Haddad. Dopo essere stato ospite di Shakir per qualche giorno, il derviscio ripartì e ringraziò il padrone di casa aggiungendo: “Ringraziate Dio per le vostre ricchezze”. “Ma derviscio” rispose Shakir, “non lasciatevi ingannare dalle apparenze, perché anche questo passerà”. Viaggiando in lungo e in largo il derviscio si interrogò sul significato di quella frase. Cinque anni dopo, capitò nuovamente a Colline Sabbiose, ma la fattoria e la casa di Shakir erano scomparse. La gente del posto indicò al derviscio la casa di Haddad, il vicino. “Che cosa è successo?” domandò il derviscio quando incontrò Shakir vestito di stracci. “La mia fattoria è stata distrutta da una piena, mentre quella di Haddad è stata risparmiata. Haddad ha avuto pietà di me e ora sono il suo servo, ma anche questo passerà”. A distanza di molti anni e di molte miglia, il derviscio ritrovò Shakir, finemente abbigliato, che lo accoglieva sulla porta della fattoria di Haddad, “Haddad è morto molti anni fa, e siccome non aveva eredi, ha lasciato la sua proprietà a me. Ma anche questo passerà…” Un giorno il derviscio venne a sapere che Shakir era morto. Quando ritornò al villaggio di Colline Sabbiose per visitare la tomba di Shakir, vide che sulla lapide erano incise queste parole “anche questo passerà”.

Oggi sono più consapevole che quando arriveranno i periodi brutti nella mia vita, passeranno, quindi è inutile disperare, basta sapere aspettare. E sono consapevole che ci saranno ancora periodi belli, ma anche loro passeranno, quindi è giusto goderseli appieno ma con un po’ di umiltà.

Nessun commento ancora

Lascia un commento